Counseling
Psicocorporeo Relazionale

Sviluppando fiducia in noi stessi e autonomia nelle proprie scelte​

 

L’importanza della pratica

Il counseling è una relazione di aiuto, in cui si lavora sul presente, per un breve periodo di tempo, riguardo una situazione specifica, e insieme al counselor, dopo un’esplorazione dal punto di vista corporeo, emozionale e cognitivo, si individua uno scopo, cioè cosa si desidera di buono e divers e concreto per sé, e si attua un piano di azioni specifiche e concrete per andare verso ciò che si desidera. Nel counseling non c’è interpretazione o consiglio, ma attraverso un ascolto empatico si facilita l’altro nel riconoscere le proprie risposte e le proprie risorse, le quali sono già dentro di noi, sviluppando fiducia in noi stessi e autonomia nelle proprie scelte .

Quando rivolgersi ad un counselor?

Ci si rivolge ad un counselor quando ci sono difficoltà specifiche nel presente come:

Difficoltà in ambito relazionale, lavorativo o personale, come migliorare l’autostima, migliorare la comunicazione con partner e/o colleghi e superiori, scelte lavorative o scolastiche;

Dubbi, in cui desideriamo fare chiarezza dentro di noi;

Progetti che desideriamo realizzare;

Tecniche del Counseling Psicocorporeo Relazionale

Colloquio di counseling;

Esercizi di Bioenergetica antistress;

Training autogeno;

Training Mentale: Rilassamento psicofisico, Rilassamento totale, Schermo mentale, Auto-immagine;

Benefici del Counseling

Sviluppare una comunicazione più efficace con noi stessi e con gli altri;

Sviluppare fiducia in se stessi e nelle proprie risorse;

Prendere consapevolezza del proprio corpo;

Maggior conoscenza di se stessi;

Sviluppo dell’ auto-ascolto;

Maggior centratura

Sessioni individuali e laboratori esperienziali di gruppo

Sessioni private con incontri specifici e personalizzati in base alla propria tematica e sessioni di gruppo. Rivolto sia a uomini che a donne.

I percorsi proposti hanno solo una finalità di supporto al benessere, senza essere di carattere curativo, né sostitutivi al parere professionale (medico, psicologo, operatori-socio-sanitari)